Come Scegliere un Umidificatore per la Casa

In inverno con i termosifoni accesi è molto importante mantenere il giusto livello di umidità in casa. Un buon umidificatore è quindi un alleato indispensabile per abitare in un ambiente salubre e prevenire disturbi alle vie respiratorie.

Gli umidificatori in commercio sono moltissimi. L’ampia scelta si riduce molto, se escludiamo le soluzioni ormai superate dalle nuove tecnologie, più efficaci, sicure e affidabili. Tra le varie tipologie di umidificatori “primitivi” ci sono i diffusori per caloriferi, che prevedono continui rabbocchi d’acqua. Inoltre, l’evaporazione dell’acqua si interrompe quando la temperatura del termosifone è insufficiente, per questo sono del tutto inefficaci a una corretta umidificazione della stanza in cui si trovano.

Attualmente, gli umidificatori più efficaci e sicuri sono quelli a elettrodi, a resistenza e a ultrasuoni. Il sito di Guida Acquisti – la rivista indipendente per il consumatore informato ha eletto gli umidificatori a ultrasuoni i più idonei all’utilizzo in casa.

Quali sono i criteri per stabilirne la superiorità? Un’inchiesta effettuata da Altroconsumo, l’associazione per la tutela e difesa dei consumatori, stabilisce tre parametri critici nella scelta di un umidificatore: la sicurezza, la facilità d’uso e l’economicità.

Andando più nel dettaglio un umidificatore dovrebbe essere
-sicuro e quindi emettere vapore freddo, eliminando il rischio di scottature. L’ideale è poi scegliere un dispositivo conforme alle direttive 93/68/EEC sulla sicurezza degli apparecchi elettrici d’uso domestico e sulla sicurezza degli umidificatori.
-facilissimo da usare, pratico e maneggevole. Il serbatoio dovrebbe potersi riempire con facilità sotto il rubinetto e, una volta azionato, mantenere il giusto livello di umidità dell’aria con un’autonomia adeguata, almeno 12 ore.
-economico, e quindi avere consumi energetici estremamente bassi che incidano al minimo sulla bolletta. Un umidificatore a basso consumo lasciato attivo per 8 ore al giorno costa poco più di 1 euro al mese. Stimando un utilizzo di 8 ore al giorno (al costo medio del consumo di energia elettrica di 0,13 € KW/h), il costo è di circa 0,036 euro al giorno e quindi 1,1 euro al mese. Il risparmio che si ha utilizzando un umidificatore a ultrasuoni come questi rispetto ai tradizionali umidificatori a resistenza è di circa 20 euro al mese.

Seguendo questi semplici consigli è possibile scegliere l’umidificatore giusto.

Come Attaccare i Quadri Dritti

In questa guida proponiamo un semplice trucco per attaccare i quadri dritti.

Cosa vi occorre
una goccia di dentifricio bianco

Se dovete attaccare dei quadri e non volete appenderli storti, mettete nell’occhiello del quadro una goccia di dentifricio bianco.
In questo modo segnerete il punto esatto dove piantare il chiodo senza sporcare il muro.

Si tratta di un modo molto semplice per attaccare i quadri dritti.

Come Realizzare Calzini Antiscivolo Fai da Te

In questo articolo vi farò vedere come è semplice realizzare dei calzini anti scivolo. Sono quelle calze tutte colorate con sotto i gommini che vi impediscono di scivolare.

Vengono utilizzate principalmente dai bambini, ma esistono anche per adulti e sono davvero molto carine.

D’inverno sono utilissime perchè tengono caldo ed evitano di dover infilare per forza le ciabatte.

Vediamo come fare per realizzarli in casa, da soli o con l’aiuto dei vostri bimbi.

Cosa ci occorre per realizzare i calzini antiscivolo
-un paio di calze
-colori a rilievo gommati
-matita
-carta

Procuratevi tutti gli strumenti, i colori a rilievo gommati li trovate nei negozi di hobbistica e fai da te.

Per quanto riguarda le calze, potete prenderle già usate o comprarle nuove, in quest’ ultimo caso, prima di cominciare, effettuate un lavaggio e fatele asciugare bene.

Matita e carta, invece, vi serviranno per fare gli schizzi dei disegni.

Vediamo, ora, come realizzare i calzini antiscivolo
Per prima cosa, scegliete le calze, se sono per i bambini, optate per quelle che hanno i disegni dei loro personaggi preferiti, poi stendetele su un piano, con la pianta rivolta verso l’alto.
Prendete il foglio di carta e con la matita fate vari schizzi di forme diverse, quelle che preferite, come stelline, cuoricini, palline, numeri, parole, orsacchiotti ecc.
Scegliete, guardando gli schizzi, il motivo che preferite, e preparate un modello della base della calza in modo da sapere in anticipo dove andare ad intervenire con il colore a rilievo gommato.
Accertatevi di ricoprire con i motivi l’intera pianta del piede.
Quando sarete soddisfatti del modello, riportate i disegni sulla calza, disegnandoli direttamente con il tubetto di colore a rilievo gommato.
Fate in modo che siano più o meno di uguale distanza gli uni da gli altri, più per una questione estetica che per altro.
Una volta terminati tutti i disegni, lasciateli asciugare per almeno 24 ore lontano da fonti di calore.
Trascorso questo tempo, i calzini saranno pronti per essere indossati e potranno anche essere lavati in lavatrice.

Come Fare il Pane ai Cereali in Casa

In questa guida spieghiamo come fare il pane ai cereali in casa.

Si tratta di una ricetta semplice, che non richiede l’utilizzo di una macchina del pane come queste e che quindi può essere provata da tutti.

Ingredienti
farina ai 7 cereali, 1000 gr
acqua, 6oo ml
lievito di birra, 25 gr
succo di limone, 1
olio evo, 60 ml
sale, 2 cucchiaini

Preparazione
Disporre la farina sulla spianatoia e predisporre una fontana, sbriciolare il lievito di birra in poca acqua tiepida e aggiungere al centro della fontana. Cominciare ad impastare aggiungendo la restante acqua, il succo del limone ed il sale e lavorare fino a quando la pasta sarà omogenea e liscia.

Lasciare lievitare la pasta in una ciotola unta d’olio e spennellare la superficie del pane. Lasciare lievitare per almeno 2 ore. Sgonfiare la pasta e modellarla a forma di pagnotta trasferendola sulla placca del forno e lasciare nuovamente lievitare per 1 ora.

Accendere il forno a 190° e cuocere il pane ai cereali per 20 minuti circa.

Come Inserire delle Immagini come Sfondo alle Celle di Excel

Se si vuole creare un archivio semplice con Excel con tanto di filtri e si vuol rendere il lavoro più professionale si può inserire un’immagine accanto ad ogni cella. Inserendo le immagini nella maniera classica o con un semplice copia/incolla, la stessa risulterà un corpo estraneo all’elenco dei dati. Invece con una piccola scorciatoia ad ogni cella si può legare un’immagine che rimarrà sempre unita alla cella stessa anche quando i dati verranno filtrati.

Creare una cartella dove inserire le immagini che vogliamo utilizzare nel nostro archivio. Quindi con il pulsante destro del mouse clicchiamo in una cartella qualunque (ad esempio nellla cartella documenti) e nel menu a tendina che apparirà portiamoci su ‘nuovo’ e poi clicchiamo su ‘cartella’ dandogli un nome, ad esempio ‘immagini per archivio’.

Dopo avere terminato il nostro archivio con il foglio elettronico, clicchiamo con il tasto destro del mouse sulla cella a cui vogliamo legare un’immagine e nel menu che apparirà clicchiamo su ‘inserisci commento’. Nella finestra di solito appare il nome utente, per comodità consiglio di cancellarlo. La finestra sarà caratterizzata da un bordo. Con il tasto sinistro del mouse clicchiamo su questo bordo e vedrete che il cursore terminerà di lampeggiare.

Nel menu in alto cliccare su FORMATO/COMMENTO/COLORI E LINEE. Dove c’è la sezione ‘riempimento’ cliccare sulla freccia del menu a tendina e cliccare su effetti di riempimento/Immagine/Seleziona immagine. Scegliere l’immagine e cliccare su ok fino a che non si torna sul foglio elettronico. Al solo passaggio del mouse sulle varie celle appariranno le immagini come una sorta di anteprima.